fbpx

Stavano cercando di allontanarsi velocemente quando sono stati raggiunti dagli agenti, dopo aver tentato di derubare l'incasso di un distributore automatico. Per loro è scattato anche il divieto di ritorno nella città metelliana

Polizia genericaHanno scassinato un distributore automatico per impossessarsi di bevande e monete nella notte di Natale a Cava de'Tirreni.

Nei guai due giovani, il 31enne L.G. e il 24enne B.C., pregiudicati originari dell’Agro nocerino, che sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria dagli agenti di Polizia del Commissariato di Pubblica Sicurezza della cittadina metelliana per i reati di furto e danneggiamenti. Il tutto è avvenuto poco dopo la mezzanotte, quando i due, approfittando delle condizioni di scarse presenze in centro città, si sono introdotti nel vano dell’esercizio e con violenza hanno infranto il vetro del distributore automatico, impossessandosi in breve tempo di numerose bottiglie di bevande, ma non riuscendo nel loro scopo di scassinare la cassettina contenente le monete dell’incasso. La volante del turno notturno è giunta sul luogo allertata del titolare della rivendita che riusciva a fornire anche una prima descrizione dei due individui, mettendo inoltre a disposizione dei poliziotti le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Gli agenti quindi si sono subito messi alla ricerca dei due giovani in zona centrale, sorprendendoli dopo alcuni minuti distanti dal luogo dove avevano consumato il reato mentre stavano cercando di allontanarsi con fare circospetto. Bloccati, sono stati condotti in commissariato, per essere sottoposti a rilievi fotosegnaletici da parte di personale della Polizia Scientifica in quanto anche privi di documenti. Entrambi sono stati quindi deferiti all’Autorità Giudiziaria competente per i reati commessi e nei loro confronti saranno attivate le procedure per il procedimento amministrativo finalizzato all’irrogazione della misura di prevenzione del divieto di ritorno nel Comune di Cava de’ Tirreni.

conflitti in famiglia