fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Protestano con veemenza gli utenti, che non riescono da oggi pomeriggio a prelevale il loro danaro con tutti i disagi conseguenti. Interviene il direttore delle poste centrali di via Amato

Utenti delle Poste infuriati a Nocera Inferiore, a Nocera Superiore ed a Roccapiemonte. A partire da oggi pomeriggio alle 17:30, in tutti e tre gli uffici postali di Nocera Inferiore, e alle poste centrali di via Amato questo vale sia per il distributore esterno che per quello interno, non è possibile fare prelievi, come si vede dalla foto che pubblichiamo.

In via Amato il direttore della sede è dovuto intervenire per sedare la protesta degli utenti che, numerosissimi, stanno vivendo un disagio concreto. L'alternativa sarebbe quella di rivolgersi ad un bancomat bancario pagando le commissioni previste che vanno normalmente da 1,50 euro a 2,50 euro.
Il problema è comune d'estate, ma non si era mai verificato un "black out del prelievo" così esteso.
Anche a Nocera Superiore, infatti, ed a Roccapiemonte, dove si sono recati alcuni utenti, la situazione è analoga. E se - pur pagando le commissioni ad una banca - i possessori di postamat potrebbero risolvere le loro necessità, il problema per i pensionati che hanno la pensione accreditata sul libretto postale è invece forte. Anzi, alcuni ci segnalano che spesso, dopo aver fatto lunghe file, quando arrivano allo sportello per prelevare l'addetto non consegna loro tutta la somma richiesta, sostenendo che vi è carenza di contanti.
La situazione è davvero intollerabile, e sono diverse le persone che si starebbero organizzando per presentare una denuncia per interruzione di pubblico servizio.

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca