fbpx

Si erano dati appuntamento lo scorso 22 aprile a Giffoni Sei Casali per una rissa con roncole e bastoni. Uno di loro ha riportato gravi danni permanenti al cervello
Si erano dati appuntamento in piazza con lo scopo di scatenare tra loro una violenta lite gli 11 minorenni arrestati oggi dai carabinieri della Compagnia di Battipaglia per rissa aggravata e lesioni gravi. Altri sei sono per il momento ancora ignoti.

L’episodio violento risale al 22 aprile scorso e si è verificato a Giffoni Sei Casali: due gruppi, per complessivi 17 ragazzi, quasi tutti minorenni e residenti nei comuni Picentini, per gli ignoti motivi che sono dietro ad altri episodi simili accaduti in tutta Italia, si erano dati appuntamento in piazza per suonarsele di santa ragione, ricorrendo anche a roncole, bastoni ed altre armi.
Per uno di loro è andata davvero male: nella violenta rissa ha riportato, a seguito di una bastonata, danni permanenti al cervello.
All’arrivo delle Forze dell’ordine la maggior parte di loro riusciva a dileguarsi, ma i carabinieri della stazione di Pontecagnano sono riusciti ad identificarne 11, tra i quali quello con gravi danni cerebrali: quelli arrestati stamattina su disposizione della Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Salerno. Nove sono stati collocati in una comunità e per due di loro sono scattati i domiciliari.
Secondo la Procura del Tribunale dei Minori “tali fenomeni di violenza si scatenano seguendo logiche di predominio su un territorio da parte di un gruppo sull’altro”.