fbpx

La società di servizio idrico si è resa disponibile ad effettuare interventi di manutenzione dei chiusini non livellati in città entro la fine di luglio. A Palazzo Meyer il primo cittadino ha avuto un colloquio con gli ingegneri Cuciniello e Palomba

palazzo meyerQuesta mattina il sindaco di Scafati Cristoforo Salvati ha incontrato a Palazzo Meyer l’amministratore delegato di Gori S.p.A., l'ingegnere Vittorio Cuciniello, ed il responsabile ufficio “Investimenti, ingegneria e servizi” della stessa società, l'ingegnere Andrea Palomba, convocati dal primo cittadino per concordare interventi relativamente ai tombini stradali non livellati o danneggiati.

Nelle ultime settimane è emersa infatti la pericolosità dei chiusini di copertura dei sottoservizi ritenuti dissestati, segnalati in diverse zone del territorio. La società Gori, ente gestore del servizio idrico integrato dell'Ambito distrettuale sarnese-vesuviano della Campania, ha garantito piena disponibilità ad effettuare un’attività di ricognizione per individuare i tombini pericolosi ed effettuare i necessari interventi di manutenzione. “Ringrazio l’amministratore delegato Cuciniello e l’ingegnere Palomba – ha spiegato Salvati – per la disponibilità dimostrata e per aver condiviso le mie preoccupazioni rispetto ad un problema che non può essere sottovalutato. Da alcuni giorni sto ricevendo segnalazioni da parte dei cittadini rispetto alla presenza di tombini dissestati, soprattutto in alcune strade del centro. Ho chiesto di attivarsi con urgenza per evitare che questi tombini possano procurare danni a veicoli e persone, ricevendo da parte sua la massima disponibilità. L’ingegnere Cuciniello mi ha garantito che i lavori saranno ultimati entro la fine di luglio, ricordandomi che i cittadini possono segnalare direttamente a Gori la presenza di tombini dissestati, utilizzando il numero verde della società. Giovedì ci sarà un incontro di coordinamento in Regione, con Gori, Ente Idrico Campano e Comune di Scafati, nell’ambito del quale ribadiremo con forza l’appello a velocizzare i tempi per l’ultimazione dei lavori alla rete fognaria e a mettere in campo azioni urgenti e risolutive rispetto al problema degli allagamenti, che da tempo attanaglia la nostra città”.