fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Non ancora pubblicato
Pin It

Nel pomeriggio si riunirà la cabina di regia, domani il ministro Speranza firmerà le solite ordinanze. La Valle d’Aosta e la Sicilia sperano nell’arancione, Puglia, Basilicata e Calabria vedono giallo. Rischia il Veneto

ministro salute speranzaLa Campania dovrebbe restare in zona gialla per la terza settimana consecutiva.

Nonostante un numero di positivi ancora piuttosto alto, a fronte comunque di tanti tamponi effettuati, l’indice Rt e il tasso di occupazione delle terapie intensive non preoccupano e non dovrebbero indurre il ministro Speranza a spedire la regione amministrata da De Luca in area arancione. La riunione della cabina di regia è prevista per oggi pomeriggio: saranno, ovviamente, vagliati i dati provenienti da tutta Italia, dove l’indice di Trasmissione è in leggera risalita (0,89 contro lo 0,85 di venerdì scorso), mentre continua a scendere l’incidenza. La preoccupazione potrebbe salire nelle prossime settimane, quando emergeranno i dati relativi alle prime riaperture e agli affollamenti all’esterno dei locali e nei centri storici e lungomari, col forte rischio per diverse regioni di finire nella fascia di pericolo medio-alta.
Al momento quasi tutto il Paese dovrebbe tingersi di giallo, visto che pure Puglia, Basilicata e Calabria sembrano indirizzate nell’area a più basso rischio. Valle D’Aosta e Sicilia sperano nell’arancione, dove potrebbe finire anche il Veneto, dove negli ultimi giorni la situazione è peggiorata. Resta ancora in bilico la Sardegna.  

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca