fbpx

Con una nota indirizzata al comandante Salvatore Dionisio, il primo cittadino ha chiesto alla Polizia locale di intensificare i controlli per accertare e sanzionare le occupazioni non autorizzate

Controlli più severi e sanzioni nei confronti di chiunque occupi il suolo pubblico per fini commerciali senza averne titolo, ovvero senza autorizzazione.

È quanto il sindaco Cristoforo Salvati ha chiesto, con un’apposita nota, al comandante della Polizia locale, Salvatore Dionisio, per contrastare i fenomeni di occupazione abusiva di spazi ed aree di proprietà dell’Ente, sempre più diffusi, soprattutto nella zona del centro cittadino.
«Mi stanno pervenendo – ha dichiarato il primo cittadino - numerose segnalazioni, anche a mezzo social, rispetto all’occupazione abusiva di suoli antistanti agli ingressi degli esercizi commerciali da parte dei titolari, i quali, per impedire l’utilizzo degli spazi per la sosta dei veicoli, posizionano negli stessi sedie, tavolini o ingombranti di ogni genere. La tragedia avvenuta qualche giorno fa nella città di Torre Annunziata, con l’omicidio del custode degli scavi archeologici di Pompei, è scaturita, secondo quanto si apprende dalla stampa, proprio da una contesa per un posto auto abusivamente occupato con delle sedie. Non possiamo continuare a far finta di niente, anche in considerazione dei rischi connessi a tale fenomeno, dal momento che spesso le occupazioni abusive di suolo pubblico riducono gli spazi accessibili ai pedoni e possono ostacolare anche il transito veicolare, soprattutto dei mezzi di soccorso. Chi non è autorizzato, non può occupare spazi ed aree di proprietà del Comune. Bisogna, pertanto, intervenire intensificando i controlli, per richiamare i commercianti ad una maggiore collaborazione e al rispetto delle regole».