fbpx

L'epicentro a largo della costa adriatica, con magnitudo 5,9. Numerose le telefonate ai Vigili del Fuoco e immediato il tam-tam sui social. Non si registrano danni

di Redazione

terremotoUna forte scossa di terremoto è stata registrata poco prima delle 15 nel mare Adriatico. Secondo le prime stime provvisorie, la scossa sarebbe stata di magnitudo 5,9, con epicentro a nord della costa del Gargano, 63 chilometri da Vieste, a metà strada tra Italia e Croazia.

Il terremoto ha scosso la Penisola dall'Abruzzo fino al versante tirrenico in Campania. Segnalazioni sono arrivate infatti da Pescara e Roma, così come dalle più vicine Termoli, Manfredonia e Bari. Ma è stato distintamente avvertito anche in gran parte della Campania, a Napoli, Salerno, Avellino. Nell'Agro Nocerino-sarnese e a Cava de'Tirreni, poco dopo le 14.47, tanti sono stati i cittadini che hanno percepito il terremoto, soprattutto ai piani alti, tanto da far pensare ad un eventuale epicentro in zona appenninica, più che dall'altra parte d'Italia. Secondo quanto riporta ANSA, sono state numerose anche le telefonate ai Vigili del Fuoco in diverse regioni. Al momento però non si registrano danni a persone o cose. A poca distanza, alle 15 esatte, una seconda scossa, di magnitudo provvisoria 4,1 sempre con epicentro nel mar Adriatico.