fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Gli agenti del locale commissariato hanno arrestato anche un 37enne per violenza privata ai danni della mamma e per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Un agente ha riportato contusioni
polizia sportello apertoNascondeva la cocaina nell’ano il 37enne battipagliese arrestato dai poliziotti della Commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia.

L’uomo, pregiudicato, è stato fermato nel pomeriggio di ieri mentre percorreva, a bordo della sua autovettura, unitamente ad una donna estranea ai fatti, una strada nei pressi dello svincolo autostradale. Gli investigatori, avendo intuito che lo spacciatore potesse occultare lo stupefacente nelle parti intime, lo hanno condotto presso il locale ospedale, dove i sanitari in modo tempestivo e professionale riuscivano ad estrargli dal retto un involucro di cellophane trasparente, una confezione di cocaina, in forma solida, di circa 6 grammi. Lo spacciatore arrestato è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e sottoposto agli arresti domiciliari.
Sempre a Battipaglia, gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato L.S., anche lui 37enne, in quanto responsabile di maltrattamenti in famiglia e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.
Una pattuglia del Commissariato di Battipaglia è infatti intervenuta per una lite in famiglia, ieri pomeriggio, in via Olevano. Qui Gli agenti hanno appurato che L.S., al culmine di una lite con la propria madre, l’aveva schiaffeggiata al volto. Gli Agenti hanno scoperto così una storia familiare di violenza da parte del figlio nei confronti della madre, anche con abuso di alcool da parte dello stesso.
Lo stesso uomo ha reagito in maniera abnorme alla vista degli Agenti, andando in escandescenza al momento dell’intervento della Polizia ed ha rivolto la propria violenza verso gli Agenti, ma è stato bloccato ed accompagnato in Commissariato. Uno dei Poliziotti ha riportato delle lievi contusioni a seguito del tentativo di aggressione.
L’uomo è stato tratto in arresto ed accompagnato presso la locale casa circondariale di Salerno a disposizione dell’A.G. competente.

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca