fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Pin It

Il sindaco Cristoforo Salvati, in qualità di coordinatore del Coc (Centro operativo comunale) ha autorizzato la ripresa dell’assistenza per i pazienti Covid, che sarà garantita a titolo gratuito

consegna farmaci cibo domicilioRiparte a Scafati l’assistenza domiciliare per la consegna di farmaci e beni alimentari ai pazienti Covid in isolamento fiduciario.

Il servizio verrà assicurato, a titolo gratuito, dalle associazioni che hanno fornito la loro disponibilità all’amministrazione comunale, Croce rossa italiana e Confraternita Misericordia, in collaborazione con l’associazione AVNET di pubblica assistenza, facente parte del Centro operativo comunale. Il sindaco Cristoforo Salvati, in qualità di coordinatore del Coc, ha disposto l’avvio delle attività a partire da domani, mercoledì 10 marzo.
Tutte le segnalazioni potranno essere inoltrare al numero verde della Protezione civile di Scafati 800253283 tutti i giorni, dalle 10:30 alle 12 e dalle 16:30 alle 19.
“Tutte le richieste di assistenza - ha dichiarato il sindaco Cristoforo Salvati - saranno documentate in un apposito registro ed evase nell’arco temporale di 4-5 ore dalla segnalazione inoltrata al numero verde. Il servizio riguarderà solo ed esclusivamente la consegna di generi alimentari, di farmaci e dei beni di prima necessità. Non sarà prevista assistenza di tipo sanitario, che è di competenza del personale medico dell’Usca territoriale. Ringrazio tutte le associazioni che hanno dato la loro disponibilità a supportare l’azione di sostegno e di solidarietà che questa amministrazione intende mettere in campo per aiutare tutti coloro che stanno combattendo contro il Covid 19, isolati in casa ed impossibilitati a provvedere autonomamente alle proprie necessità. Abbiamo intenzione di potenziare ulteriormente il servizio già a partire dai prossimi giorni, anche allungando le fasce orarie previste per le segnalazioni al numero verde, avendo avuto già disponibilità da parte di altre due associazioni del territorio, che ringrazio”.

Pin It

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca