fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Dopo la caduta, arriva l’idea: un pezzo di tronco per ricordare il grosso cedro e abbellire le vetrine

di Fabrizio Manfredonia

Nella giornata di ieri il maltempo ha piegato la Campania con danni registrati pressoché su tutto il territorio regionale in particolare nel napoletano e salernitano.

Anche Nocera Inferiore è stata flagellata dal maltempo e dal forte vento che ha causato la caduta di diversi alberi fortunatamente senza danni a persone (ne parliamo più approfonditamente qui https://www.risorgimentonocerino.it/attualita/10911-nocera-inferiore-devastata-dal-vento-abbattuto-l-albero-di-piazza-de-santi.html ); in particolare vogliamo parlare dello storico albero di piazza De Santi e della tristezza degli abitanti del quartiere Arenula. La grossa pianta, un cedro del Libano, si trovava nella piazza da più di sessant’anni e ovviamente nessuno avrebbe mai immaginato questa fine; i cittadini della zona ora puntano il dito contro chi ha eseguito i lavori di ristrutturazione della piazzetta che li avrebbe effettuati senza la giusta accortezza nei confronti dell’albero e delle sue radici: ovviamente questo sarà verificato poi. albero riusato2Quello che resta è l’amarezza dei cittadini che proprio non ne vogliono sapere di rinunciare a quell’albero che per tanti anni è stata una costante nel quartiere: è di stamattina infatti la notizia di tanti abitanti e commercianti della zona che hanno portato a casa, quasi si trattasse di una reliquia, un pezzo del tronco. Probabilmente questi pezzi andranno ad abbellire le vetrine dei negozi e saranno un rustico oggetto di arredamento da esibire in un salotto: non sarà come riavere l’imponente albero a fare da panorama e i primi tempi sarà difficile abituarsi alla sua assenza, ma sarà un modo per farlo “vivere” ancora.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca