fbpx

L'uomo, risultato conosciuto alle Forze dell'Ordine, non si è fermato all'alt ad un controllo. I militari, scampati per un soffio all'auto, hanno sparato e ferito il malvivente

una pattuglia di carabinieriInsorge Unarma, l’associazione sindacale dei carabinieri, per il grave episodio che la scorsa notte ha visto due carabinieri vittime di un tentativo di investimento in contrada Portanova, alle porte di Benevento. I due, in servizio di pattuglia, intorno alle 2,30 avevano fermato per controlli l’auto con un uomo, poi risultato pregiudicato e tossicomane.

Alla vista dei militari dell’Arma l’uomo ha accelerato bruscamente tentando di investire i militari e fuggire. I due, il brigadiere L.V. e l’appuntato F.M., dopo il comprensibile immediato spavento hanno reagito sparando e riuscendo a bloccare l’uomo, rimasto lievemente ferito ed ora piantonato in ospedale. La segretaria regionale Unarma della Campania e quella provinciale di Benevento, attraverso i rispettivi segretari Emilio Taiani e Walter Cirulli, hanno immediatamente espresso solidarietà ai due militari, tra l’altro loro associati.
«La ricostruzione della vicenda – affermano Taiani e Cirulli - è ora al vaglio degli inquirenti e fiduciosi attendiamo gli esiti. Troppo spesso i rappresentanti delle forze dell’ordine, in particolare nei nostri territori, mettono a rischio la loro vita per difendere i valori della legalità e della convivenza civile.
Unarma tutta, vicina alle famiglie dei militari coinvolti, è al fianco di questi ultimi ed esprime gratitudine per il lavoro svolto quotidianamente, come presidio di sicurezza, e per la professionalità mostrata nella circostanza».