fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Desireè Quagliarella, in compagnia del fidanzato, stava attraversando un ponte con l’automobile che è stata completamente travolta dalla piena. Il presidente della Provincia di Salerno Strianese: «Non ci sono parole, esprimo il mio cordoglio a parenti e amici»

desireequagliarellaDramma nella notte ad Albanella, un comune di circa 6500 abitanti in provincia di Salerno.

Desireè Quagliarella è morta a soli 26 anni perché travolta e inghiottita dalle acque del torrente Malnome esondato a causa di un nubifragio che ha colpito tutto il territori, provocando la caduta di molti alberi e il distaccamento di alcuni costoni.
Stando alle prime ricostruzioni dei fatti Desireè e il suo fidanzato stavano attraversando il ponte nella loro aut, che è stata completamente travolta dalla piena. Mentre il ragazzo è riuscito, seppur a fatica, a liberarsi dal veicolo, la ventiseienne è rimasta intrappolata e trascinata via dalla brutale forza delle acque.
«Morire a 26 anni è assurdo – afferma il presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese – e in questo modo ancora di più. Purtroppo la bomba d’acqua che si è abbattuta su Albanella ieri sera ha ingrossato il Malnome trasportando detriti e fango e causando l’esondazione del torrente.
strianese michele4Non ci sono parole per descrivere questa tragedia, se non la vicinanza a una famiglia straziata dal dolore, e a una comunità tutta, che ha partecipato alla ricerca di Desirèe, insieme ai volontari con i sanitari del 118, alla Protezione Civile di Albanella, ai carabinieri e ai vigili del fuoco dell’unità fluviale di Salerno con l’ausilio di gommoni e natanti, e allo stesso sindaco di Albanella. Purtroppo a nulla sono servite le ricerche. Il corpo della giovane, originaria di Stio Cilento, è stato ritrovato senza vita nella frazione di Piano del Carpine. Esprimo – conclude Strianese - il mio cordoglio ai familiari di Desirèe, agli amici e tutta una comunità colpita da questo assurdo episodio, a nome mio e di tutta l’amministrazione provinciale».

 

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca