fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

L’ordinanza nasce dalla necessità di garantire tutela e salvaguardia della salute pubblica, dopo gli straripamenti del torrente Solofrana e dell’Alveo Comune Nocerino. Vietato anche l’utilizzo delle acque dei pozzi

alveo solofrana 27 09 2020Il sindaco di Nocera Inferiore Manlio Torquato ha disposto, mediante ordinanza pubblicata questa mattina sull’albo pretorio, lo stop a raccolta, commercializzazione e consumo dei prodotti provenienti dai fondi agricoli in località Santa Maria al Palo.

La decisione è stata presa in ragione dei recenti fenomeni alluvionali che hanno causato la rottura degli argini del torrente Solofrana e dell’Alveo Comune Nocerino, corsi d’ acqua notoriamente inquinati. È stato disposto, inoltre, il divieto dell’utilizzo delle acque dei pozzi ubicati nelle zone interessate dagli allagamenti, sia per uso domestico che per l’irrigazione. Il provvedimento si è reso necessario per garantire la tutela e la salvaguardia della salute pubblica, in attesa dei sopralluoghi e delle relazioni richieste all’ Arpac e all’Asl di Salerno.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca