fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Un 35enne di Baronissi, sotto gli occhi di numerosi testimoni, al termine di una lite con due pregiudicati ne ha freddato uno con una 357 Magnum e ferito gravemente un secondo
Una gazzella dei CarabinieriAveva ucciso un pregiudicato e ferito in modo grave un secondo V.A., 35 anni, di Baronissi. È successo ieri sera intorno alle 23 a Mercato San Severino, e nella notte l'uomo è stato arrestato dai Carabinieri della locale stazione.

Questi i fatti:
V.A., con piccoli precedenti penali, al termine di una lite con due pregiudicati del posto, ha esploso sei colpi di pistola calibro 357 Magnum uccidendo subito uno di loro e ferendo il secondo in modo grave, nonostante quest’ultimo avesse tentato di darsi alla fuga con la sua autovettura. Il pregiudicato ferito ha terminato la sua corsa schiantatosi contro un palo della luce, dopo aver perso conoscenza a causa dell’eccessiva perdita di sangue.
Tutto si è svolto in una frazione periferica del paese, sotto gli occhi di alcuni parenti della vittima.
I carabinieri hanno sequestrato subito la pistola di grosso calibro, mentre sul posto sono immediatamente giunti i militari della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Salerno, per compiere gli accertamenti tecnici dovuti e il Sostituto Procuratore Angelo Rubano, di turno presso la Procura di Nocera Inferiore. Quest'ultimo, unitamente ai Carabinieri, sottoponeva ad interrogatorio l’indagato, il quale confessava alla presenza del proprio difensore di fiducia.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca