fbpx

Domani sono sospese le attività didattiche anche a Sarno e Castel San Giorgio, duramente colpite dal maltempo di ieri con danni rilevanti, e a Roccapiemonte. Tutto nella norma a Nocera Superiore, Pagani, Cava de'Tirreni, San Valentino Torio e San Marzano sul Sarno

di Redazione

A differenza di quanto annunciato dal sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, nel comunicato relativo alla sospensione delle attività didattiche anche per martedì 29 settembre, non proprio in tutti i comuni limitrofi non si andrà a scuola domani.

Saranno infatti regolarmente aperte a Nocera Superiore, Pagani, Cava de’Tirreni (tranne l’istituto comprensivo di S.Lucia in parte danneggiato dalla pioggia), San Valentino Torio e San Marzano sul Sarno, tutte città colpite dal nubifragio di ieri con allagamenti diffusi sul territorio. Resteranno chiuse invece a Roccapiemonte, Castel San Giorgio e a Sarno (oltre a Nocera Inferiore). Il sindaco sangiorgiese Paola Lanzara ha prorogato la sospensione delle attività didattiche anche per domani, dopo i danni registrati nella frazione di Cortedomini, con evacuazione di molte famiglie. Stesso discorso per Sarno, duramente colpita dal maltempo: il sindaco Canfora ha deciso inevitabilmente la chiusura degli istitui scolastici per domani, in seguito agli eventi franosi che hanno coinvolto il centro storico della città e le zone a ridosso di via Bracigliano, con molti nuclei familiari che sono stati costretti a lasciare momentaneamente le proprie case.