fbpx

La notizia, data dal sito ferrovie.it, ha fatto arrabbiare il presidente del Comitato "Pendolari Nocera e Linea Storica": «Questo smonta le frottole che il percorso non sia adatto nemmeno ai diretti»
Un treno ItaloI treni ad alta velocità di Trenitalia e di Italo passeranno, dal 21 settembre all'11 ottobre, sulla linea storica.

Il motivo è l'interruzione per lavori della parallela linea ad alta velocità "A Monte del Vesuvio". I treni "saranno dunque deviati sul tracciato storico che da Nocera Inferiore conduce a Salerno, passando per Cava de' Tirreni e Vietri sul Mare con lo spettacolare tratto finale che si affaccia sul Golfo di Salerno", scrive il sito ferrovie.it.
Letteralmente arrabbiato il presidente del Comitato "Pendolari Nocera e Linea Storica", Antonioluigi Villani: «Tutto ciò smonta per l'ennesima volta, e questa volta in modo ancora più clamoroso, la strampalata teoria dell'amministrazione regionale De Luca-Cascone, secondo la quale la Linea Storica non potrebbe essere servita in alcun modo dai treni ad Alta Velocità e nemmeno dai treni "diretti".
Noi del Comitato "Pendolari Nocera e Linea Storica" da anni ci stiamo battendo in proposito avverso la Giunta Regionale De Luca-Cascone per il ripristino della corretta funzionalità "promiscua" della stazione ferroviaria di Nocera Inferiore e della Linea Storica. Riprendiamoci ciò che ci è stato ingiustamente tolto!».
Intanto il 15 settembre Italo ha effettuato una corsa prova Napoli-Salerno e ritorno sulla linea storica via Cava de' Tirreni. Il viaggio, finalizzato all'acquisizione della conoscenza linea da parte del personale di condotta, ha avuto come protagonista l'ETR.675 n.20 Evo.