fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Come riferito dal Comune, i relativi fondi non sono ancora bloccati. I pagamenti sono già stati liquidati un mese fa ed i ritardi sono stati una conseguenza dell’emergenza sanitaria Covid-19

di Redazione

L’ufficio Ragioneria del Comune di Nocera Inferiore ha provveduto nei termini comunicati dall’Amministrazione ad emettere i mandati di pagamento in favore dei beneficiari degli Assegni di cura, per il periodo di riferimento gennaio-luglio 2020. I pagamenti relativi a settembre-dicembre erano stati già liquidati circa un mese fa, in quanto stanziati su annualità di bilancio separate.

I ritardi non sono da imputare al responsabile dell’ambito S1, in quanto prima delle procedure di liquidazione è stato necessario concludere i procedimenti di valutazione di competenza dell’Asl. Tali procedimenti si sono conclusi per tutti gli utenti, soltanto agli inizi di marzo, dopo sollecito del dottor Sampogna. La conclusione dell’iter tecnico è coinciso con l’avvio del lockdown dovuto all’emergenza Covid-19, che ha di fatto rallentato l’ attività amministrativa dell’Ente. In questo periodo i Servizi Sociali hanno dovuto prioritariamente, con la maggior parte del personale in smart-working , far fronte a tutte le procedure relative al sostegno socioeconomico per l’emergenza sanitaria, frenando gli altri interventi. Non trova perciò alcun fondamento la notizia, per come comparsa nei giorni scorsi su un quotidiano locale, che riferisce dei fondi destinati agli assegni di cura ancora bloccati. Per maggiore chiarezza, si precisa che il Decreto di assegnazione dei fondi ai Comuni non comporta l’immediata disponibilità delle somme nelle casse comunali, ma bisogna attendere l’effettivo mandato da parte della Regione. Soltanto allora, il Comune può procedere all’ effettiva assegnazione agli aventi diritto. L’ assessore al ramo, Antonietta Manzo, conferma la sua completa disponibilità ad incontrare sia i singoli cittadini che le associazioni, portatori di eventuali istanze.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca