fbpx
Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Cresce la trepidazione per l’evento dell’ottava di Pasqua in città. Domani 26 aprile il via ai festeggiamenti con la consueta apertura del santuario, in attesa della processione di domenica

di Rossella Soldani

Concluse le festività pasquali, a Pagani non è ancora tempo di ritornare alla normale quotidianità. La settimana successiva alla Pasqua per i paganesi ha il sapore dell’attesa per un evento speciale: la festa della Madonna delle Galline.

Nella città della musica della Costiera Amalfitana si terranno i tre eventi musicali della rassegna organizzata dalla Fondazione Ravello. Si parte domani mattina con un’opera di Pergolesi

di Redazione

Dopo il successo del debutto dello scorso 17 aprile, continuano gli appuntamenti della “Meglio gioventù”, il ciclo di concerti organizzato dalla Fondazione Ravello in collaborazione con i conservatori della Campania e di altre città ospiti della “città della musica”. Saranno tre gli appuntamenti, dal 25 aprile al 1 maggio, che accompagneranno turisti e appassionati durante il ponte di festa, con i concerti che saranno ad ingresso libero.

Nella cornice della biblioteca comunale Pucci, incontro con gli autori del romanzo: Sabrina Lenzini e Marcello Morgera, per parlare di violenza di genere. A coordinare l'incontro la registra Simona Tortora 

di Fabrizio Manfredonia

Si terrà il prossimo venerdì alle 18:30 la presentazione dell’opera prima, scritta a quattro mani, di Sabrina Lenzini e Marcello Morgera che annovera tra i suoi temi principali la violenza sulle donne.

Il festival di Padula si chiuderà con la messa in scena de “La serva padrona” sabato 27 aprile, mentre domenica si esibiranno i migliori studenti delle master class di chitarra e clarinetto

di Danila Sarno

Certosa Padula

La ventunesima edizione del festival “Luci della Ribalta” terminerà con tre giorni ricchi di eventi all’insegna della musica. La manifestazione è stata organizzata dal Comune di Padula, con il contributo della Regione Campania nell'ambito del Poc 2014-2020.

Altri 120mila euro di fondi pubblici ottenuti con un clamoroso errore sulla presenza di Bizantini-basiliani, la cui cultura è completamente estranea ai dipinti che si trovano nel luogo

di Vittorio Campagna

Nel 1996 in Olevano si afferma l’idea che monaci basiliani e pittori, fuggiti da Costantinopoli a causa della lotta iconoclasta (730-842), occupassero abusivamente la Grotta di Olevano e v’insediassero un monastero greco illegale: “Erano monaci greci, di ciò si è sicuri… detti basiliani… Reclamavano una certa indipendenza dalla Chiesa di Roma… e mostravano scarso ossequio per i vescovi di Santa Romana Chiesa)… I monaci, appena costruita la chiesa, avevano provveduto ad affrescarla”(1).

Cerca

Statistiche generali

Utenti
180
Articoli
7709
Visite agli articoli
10347940
« Aprile 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30