fbpx
Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Sequestrati oltre 500mila euro al gestore di un'azienda di Cicerale (intestata in realtà a un senza dimora) che vendeva carni a prezzi stracciati senza pagare al fisco un centesimo

Oltre mezzo milione di euro. È questo il valore dei beni che la Guardia di Finanza di Salerno ha sequestrato a un imprenditore di Giungano su disposizione del Tribunale di Vallo della Lucania, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un imprenditore di Giungano: si tratta in dettaglio di due appartamenti, sette terreni, tre autoveicoli e svariate quote societarie.

Sono settecento, in Campania, i piccoli i cui genitori seguono la linea "no vax" e che, secondo quanto previsto dalla legge Lorenzin, dovranno restare fuori dalle loro aule

di Maria Esposito

Era ieri l’ultimo giorno per presentare le certificazioni di vaccini dei propri figli alle scuole. E da ieri si è scoperto che un numero esiguo non è vaccinato: in Campania si registrano circa settecento bambini, e di questi una parte è iscritta alla scuola dell’obbligo (elementari e medie) e continuerà a frequentare anche se i genitori riceveranno una multa come previsto dalla legge in vigore.

A scuola con la Guardia di Finanza tocca l'edizione numero sette l'iniziativa che mira a orientare i giovani al concetto di sicurezza economica e finanziaria
 
Anche quest’anno, le Fiamme Gialle salernitane incontrano gli studenti della provincia, per parlare di cultura della legalità economica, grazie al protocollo d’intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Durante un incontro dedicato alla rivoluzione incompiuta del femminismo, è stata presentata la neonata associazione. Essa si pone l’obiettivo di migliorare il funzionamento della giustizia civile e di promuovere la formazione professionale

di Danila Sarno

IMG 2966 08 03 19 10 19

Giovedì 7 marzo, in occasione dell'inaugurazione della Camera Civile di Nocera Inferiore, si è svolto un convegno sul tema "Donne e diritti. La rivoluzione incompiuta". Durante l’incontro, tenutosi presso la biblioteca comunale "Aldo Moro" di Nocera Superiore, l’avvocato Veronica Avella, eletta presidente della Camera Civile di Nocera Inferiore, aderente all’Unione Nazionale delle Camere Civili, è intervenuta per illustrare la funzione del nuovo organismo di contribuire ad un miglior funzionamento della giustizia, soprattutto civile, e di promuovere la formazione professionale.

Il convegno è poi proseguito con l’intervento di Anna Cavaliere, docente dell’università di Fisciano, che, attraverso un excursus sulla storia della battaglia femminista, ha messo in evidenza che essa resta una rivoluzione incompiuta perché “mentre nei venti anni successivi alla seconda guerra mondiale il femminismo si era largamente diffuso, ora è prerogativa dei ceti sociali più ricchi ed istruiti. Il movimento deve ragionare sulla redistribuzione, altrimenti è destinato a restare femminismo di pochi”.
Anche Gustavo Danise, giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Nocera Inferiore, si è detto d’accordo sul fatto che sia necessario un cambio di mentalità. “Il nostro ordinamento è stato solerte nel tutelare le donne, mettendo a disposizione strumenti di prevenzione, repressione e promozione della parità. A livello normativo non esiste una lacuna. Il problema è il comportamento nel privato, soprattutto in ambito lavorativo”.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
180
Articoli
7606
Visite agli articoli
10185222
« Marzo 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31